Tour de France 2005: diciottesima tappa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

21 luglio 2005

18^ tappa

Descrizione

Giovedi 21 luglio - Albi > Mende (189 km)

Si parte da Albi, città famosa sia per l'eresia del XIII secolo e per la crociata ad essa seguita, sia per aver dato i natali al pittore Henry de Toulouse-Lautrec.

È una tappa dal profilo altimetrico più frastagliato rispetto alla precedente, inoltre il fatto che a pochissimi chilometri dall'arrivo ci sia un gran premio della montagna di seconda categoria induce a pensare ad un arrivo di un piccolo gruppetto o addirittura di un ciclista da solo scattato negli ultimi chilometri.

Il Tour ha fatto tappa Mende soltanto nel 1995, vinse uno degli ultimi ciclisti francesi di livello internazionale, Laurent Jalabert.

Risultati

Classifica di tappa
Posizione Atleta Nazione Squadra Tempo
1 SERRANO Marcos Spagna Liberty Seguros 4h 37' 36"
2 VASSEUR Cédric Francia Cofidis a 27"
3 MERCKX Axel Belgio Davitamon-Lotto a 27"
4 ZANDIO Xabier Spagna Iles Baleares a 01' 08"
5 PELLIZOTTI Franco Italia Liquigas-Bianchi a 01' 08"


Classifica generale
Posizione Atleta Nazione Squadra Tempo
1 ARMSTRONG Lance USA Discovery Channel 77h 44' 44"
2 BASSO Ivan Italia Team CSC a 02' 46"
3 RASMUSSEN Mickael Danimarca Rabobank a 03' 46"
4 ULLRICH Jan Germania T-Mobile Team a 05' 58"
5 MANCEBO Francisco Spagna Iles Baleares a 07' 08"


Riassunto

Anche questa tappa è caratterizzata da una lunga fuga di un gruppetto di ciclisti che il gruppo maglia gialla lascia andare.

Questa volta sono 10 i ciclisti che lasciano il gruppo al chilometro 40, il loro vantaggio sul gruppo arriverà fino a 15 minuti, la tappa si deciderà sulla salita finale per arrivare all'aeroporto di Mende, sulla cui pista è posto il traguardo.

Si tratta di una salita di circa 3 chilometri ma molto ripida che termina a 1,5 km dall'arrivo. Scatta all'inizio della salita lo spagnolo 32-enne Marcos Serrano, all'ottava partecipazione al Tour, e fa il vuoto, arriverà con circa 30" di vantaggio su Cedric Vasseur e Axel Merckx.

Dopo circa 11 minuti arriva il gruppo, all'inizio della piccola salita finale per l'ennesima volta Ivan Basso prova ad attaccare in progressione, Armstrong fatica ma resiste, Ullrich si stacca ma poi riesce a rientrare, chi ne fa le spese è il terzo in classifica, il danese Rasmussen che perde 37".

Fonti