Tour de France 2005: ventunesima tappa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

24 luglio 2005

Domenica 24 luglio - Corbeil-Essonnes > Paris Champs-Élysées ( 144 km )

È l'ultima tappa, l'arrivo sarà come avviene ormai dal 1975 sulla splendida cornice degli Champs-Élysées, lungo un circuito che passa anche per Place de la Concorde e arriva a lambire l'Arco di Trionfo.

Per il vincitore del Tour Lance Armstrong e per tutti gli altri protagonisti si tratta di una splendida passerella finale, la vittoria di tappa è molto prestigiosa, in pratica incorona quasi sempre il miglior velocista del Tour. L'anno scorso si impose il giovane belga Tom Boonen.

Risultati

Classifica di tappa
Posizione Atleta Nazione Squadra Tempo
1 VINOKOUROV Alexandre Flag of Kazakhstan.svg Kazakistan T-Mobile Team 3h 40' 57"
2 McGEE Bradley Flag of Australia.svg Australia Française des Jeux s.t.
3 CANCELLARA Fabian Flag of Switzerland.svg Svizzera Fassa Bortolo s.t.
4 McEWEN Robbie Flag of Australia.svg Australia Davitamon-Lotto s.t.
5 O'GRADY Stuart Flag of Australia.svg Australia Cofidis s.t.


Classifica generale
Posizione Atleta Nazione Squadra Tempo
1 ARMSTRONG Lance Flag of the United States.svg Stati Uniti Discovery Channel 86h 15' 02"
2 BASSO Ivan Flag of Italy.svg Italia Team CSC a 04' 40"
3 ULLRICH Jan Flag of Germany.svg Germania T-Mobile Team a 06' 21"
4 MANCEBO Francisco Flag of Spain.svg Spagna Illes Balears a 09' 59"
5 VINOKOUROV Alexandre Flag of Kazakhstan.svg Kazakistan T-Mobile Team a 11' 01"


Riassunto

Le sorprese, al Tour, non finiscono mai. Anche l'ultima tappa, tradizionalmente una passerella, è finita con un colpo di scena. Un attacco di Vinokourov, che, accompagnato da McGee, stacca tutti e si aggiudica la vittoria sugli Champs-Élysées. Una grande azione, che ripaga il kazako delle grandi fatiche patite in questo Tour.

Per la cronaca, da segnalare una caduta che ha rischiato di mettere in pericolo la maglia gialla di Armstrong, e la volata per il quarto posto che, vinta da Robbie McEwen, non consente all'australiano di strappare la maglia verde dalla spalle del norvegese Thor Hushovd.

Fonti