Un uomo di 75 anni è stato condannato per le molestie sessuali su una bambina di 6

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Melbourne, mercoledì 7 novembre 2018

La sede del tribunale (foto del 2005)

Un uomo di 75 anni, Cornelus Bezuidenhout, è stato condannato lunedì a 22 mesi di carcere (di cui 10 non sospesi) per aver molestato sessualmente una bambina di 6 anni, compagna di classe di suo figlio (di cinque anni), toccandole i genitali in più occasioni, sia sopra che sotto i vestiti; l'uomo, che si è dichiarato "un buon cristiano", ha, dopo aver negato i fatti e rassicurato la moglie 26enne che quanto contestatogli non era vero, ammesso i fatti durante l'interrogatorio che la polizia gli fece a gennaio ma ha anche sostenuto che la bambina fosse consenziente e che fosse lei stessa a provocarlo e a volere gli atti.

Le molestie sono accadute nel 2017, una quando i due erano in macchina vicino casa di lei, un'altra a casa mentre giocavano con le bambole, ed altre volte quando la prendeva all'asilo, la portava a giocare al parco ed in un'occasione mentre era invitato a mangiare dai genitori di lei; le molestie sono emerse quando la bambina ha chiesto di non far entrare l'uomo in casa dopo che era stato invitato, spiegando su domanda specifica quanto era successo.

Dopo aver ascoltato la bambina durante l'udienza di tribunale a pochi giorni dallo scorso Natale, la giudice della Corte civile dello stato di Victoria Gabriele Cannon ha emesso la sentenza, condannando Bezuidenhout per due accuse di molestie sessuali e facendolo iscrivere nel registro dei criminali sessuali per 15 anni.

Al termine dei 10 mesi entro i 7 successivi l'uomo sarà molto probabilmente espulso, in quanto cittadino sudafricano e non australiano, mentre la moglie ha chiesto il divorzio e sta progettando di risposarsi.

Fonti[modifica]