Questa pagina è protetta

Vibo Valentia: muore perché l'ospedale è pieno

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 3 gennaio 2008

Tragedia nella provincia calabrese di Vibo Valentia: un uomo di 80 anni è morto dopo 4 ore di attesa in un pronto soccorso a causa dell'eccessivo sovraffollamento che ha portato all'esaurimento dei posti letto. I familiari hanno dichiarato di non voler sporgere denuncia contro i dirigenti dell'ospedale.

Al pensionato era già stata diagnosticata una grave bronchite il 26 dicembre dell'anno precedente ma i medici hanno avuto un atteggiamento non adatto al caso (citando le testuali parole del figlio «un comportamento superficiale e strafottente»).

La carenza di posti letto avrebbe infatti portato a non trovarne di liberi in numerose strutture mediche (Piana di Gioia Tauro, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Catanzaro, Cosenza). Alla fine è stato trovato posto a Tropea, ma ormai l'anziano era deceduto.

Nello stesso ospedale, durante l'anno passato, si sono susseguite altre due tragedie simili: Federica Monteleone ed Eva Ruscio, entrambe sedicenni, sono morte all'interno della struttura medica, portando alla chiusura di alcuni reparti e di una sala operatoria.

Fonti