È morto Giacinto Facchetti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì  4 settembre 2006

Una piccola folla di tifosi in visita alla villa del defunto

Si è spento all'età di 64 anni a Milano, dopo una lunga malattia, il difensore e bandiera dell'Inter e della Nazionale degli anni '70 Giacinto Facchetti.

Nato a Treviglio il 18 luglio 1942, Facchetti ha vinto la Coppa dei Campioni nel 1964 e nel '65 e 4 Campionati italiani.

Ha partecipato a ben 3 Mondiali con la casacca azzurra, tra il 1966 e il 1974, giocando anche la celeberrima Italia-Germania 4-3, in cui ha registrato una delle 94 presenze complessive (70 con la fascia di capitano). Con l'Italia vinse anche un Campionato Europeo nel 1968.

Attualmente, rivestiva l'incarico di presidente dell'Inter, mantenendo la fede verso la maglia nerazzurra. Era balzato alle cronache estive nell'inchiesta su calciopoli, dove veniva appellato da Luciano Moggi in un'intercettazione come brindellone.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Giacinto Facchetti.


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.


Fonti