Alpini morti a Kabul: domani le esequie

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

8 maggio 2006

La camera ardente allestita presso il Policlinico militare del Celio è rimasta aperta fino alle 19 di oggi per consentire ad una lenta e composta folla di dare l'ultimo saluto al capitano Manuel Fiorito ed al maresciallo Luca Polsinelli, i due alpini morti in un attentato a Kabul il 5 maggio scorso.

Tra i primi a porgere omaggio ai feretri e a manifestare vicinanza ai familiari dei due militari il presidente dei parlamenti europei di Forza Italia, Antonio Tajani, il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani, il comandante generale dei Carabinieri, generale Luciano Gottardo ed il Capo di Stato maggiore della Difesa, ammiraglio Giampaolo Di Paola.

Grande commozione ha invaso la camera ardente quando vi hanno fatto ingresso i caporal maggiori scelti Salvatore Giarracca ed Emanuele Rivano, anch'essi rimasti coinvolti nell'attentato. Accompagnati da psicologi militari, i due - con evidenti ferite al volto - si sono intrattenuti con i familiari dei due caduti.

Nel corso della mattina, presso l'Istituto di Medicina Legale di Roma, è stata eseguita l'autopsia, che ha determinato la causa della morte dei due militari, individuandola nello choc traumatico provocato dall'esplosione della mina che ha causato loro lesioni all'addome ed agli arti inferiori.

Le esequie solenne si svolgeranno domani alle 10.00 nella Basilica di Santa Maria degli Angeli. Il rito sarà presieduto dall'Ordinario militare per l'Italia, monsignor Angelo Bagnasco.

Notizie correlate

Fonte