Arrestato ad Atene il responsabile della strage di Benevento

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

25 luglio 2006
Già ieri le forze dell'ordine avevano ipotizzato che Edoardo "Aldo" Iannace, l'uomo che il 21 luglio scorso aveva sterminato a colpi di pugnale e carabina la sua famiglia, fosse riuscito a far perdere le sue tracce fuori dalla Campania. Oggi è arrivata la conferma: Iannace è stato arrestato questa mattina dalla polizia greca nel consolato d'Italia in Grecia.

Iannace si era recato al consolato per chiedere aiuto finanziario, ma il suo comportamento eccessivamente sbrigativo ha fatto insospettire i funzionari che hanno informato il console e l'Interpol. Dopo aver fatto i rilevamenti del caso, si è scoperto che quell'uomo era il pluriomicida di Casale Maccabei, quartiere periferico di Benevento. Il console Fabrizio Lobasso ha quindi accompagnato Iannace fuori dal consolato, dove è stato arrestato dalla polizia greca in funzione di un mandato di cattura europeo. Iannace verrà estradato in Italia nei prossimi giorni.

Iannace aveva problemi di tossicodipendenza ed era stato giudicato psicolabile. Il 21 luglio scorso, probabilmente a seguito di un litigio con la famiglia, che gli avrebbe rifiutato i soldi per l'acquisto della droga, Iannace aveva ucciso la madre, la sorella paraplegica, la nonna di 101 anni, e aveva anche tentato di uccidere il padre e la badante rumena, che era riuscita a fuggire dalla finestra.

Fonti


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.