Attentato esplosivo a Londra

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

7 luglio 2005

Euston Station bloccata dalla polizia

Una serie di esplosioni multiple in rapida successione ha colpito 3 stazioni della metropolitana di Londra e un autobus. Secondo le autorità il numero di morti accertato è 38, e più di 700 sono i feriti. Il numero di esplosioni è inferiore a quanto inizialmente pensato, in quanto alcune sono avvenute su treni che si trovavano a metà del percorso tra una stazione e l'altra - i feriti sono usciti da entrambe le stazioni, dando l'impressione che gli incidenti si fossero verificati in ciascuna di esse.

La prima esplosione è avvenuta alle 8.51 sulla Circle Line tra Liverpool Street e Aldgate, la seconda sulla Piccadilly Line tra King's Cross St. Pancras e Russell Square alle 8:56 e la terza sulla Circle Line a Edgware Road alle 9:17. Infine, alle 9:47, si è verificata l'esplosione sul bus n.30 a Tavistock Square.

Alcune fonti riferiscono di un segnale di allerta attentati per questa mattina a Londra, lanciato dai servizi segreti Israeliani, ma la stessa notizia non ha avuto ancora alcuna conferma ufficiale.

Russell Square

Alle 13.00 ora italiana il primo ministro inglese, Tony Blair, impegnato in Scozia per l'incontro dei G8, ha convocato una conferenza stampa, comunicando la sua volontà di abbandonare l'incontro e riconoscendo ufficialmente la matrice terroristica dell'attentato.

Nota

All'attentato di Londra ha assistito come reporter un utente della versione inglese di Wikinotizie. Il suo resoconto (in inglese) è riportato in Explosions, 'serious incidents' occuring across London.

Fonti

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Attentato esplosivo a Londra.