Avviata una petizione per esentare le aziende non profit dal pagamento dei diritti d'autore

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

giovedì  2 febbraio 2007

L'Associazione Nazionale Insegnanti Tutor e-Learning (ANITEL) ha presentato una petizione che chiede l'esenzione del pagamento dei diritti d'autore per le imprese non profit italiane. Secondo l'ANITEL, infatti, la Società Italiana Autori e Editori (SIAE) applica alla lettera la legge del 22/4/1941, n. 633 e la legge 22 maggio 2004, n. 128, che non distingue fra uso didattico e uso commerciale, e che pertanto equipara enti profit e non profit al momento del pagamento dei diritti d'autore.

A causa di questa mancata distinzione qualsiasi sito didattico (anche scolastico) che riporti materiale coperto da copyright rischia multe e anche la chiusura, se non si pagano i relativi diritti; stessa cosa anche per le rappresentazioni teatrali e i saggi di fine anno che prevedono, ad esempio, musiche coperte da copyright, oppure nel caso si realizzino supporti informatici didattici. In questo modo, la didattica, secondo l'associazione, risulterebbe fortemente condizionata.

Per questo l'ANITEL chiede al Governo di correggere la normativa, e quindi distinguendo fra uso commerciale e uso senza scopo di profitto.

La petizione è appoggiata anche da Alessandro Ronchi, capogruppo della Federazione dei Verdi a Forlì, che sul proprio blog appoggia la petizione. Ma questo vale anche per molti altri blog, che supportano unanimemente la petizione dell'ANITEL.

Fonti

Collegamenti esterni