Benevento: ubriaco uccide due persone

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Benevento, 21 maggio 2006

Valerio Lombardi (1988-2006)

Tragedia a Rotondi (AV): un'automobile, guidata da un giovane maresciallo dell'esercito di 25 anni, ha investito un gruppo di persone fuori da un pub sulla via Appia. Il bilancio è pesantissimo: due morti e tre feriti.

Secondo la ricostruzione della Polstrada, l'auto viaggiava a folle velocità sulla strada che porta da Caserta in direzione di Benevento. Il gruppo di persone, tutte giovanissime, era uscito fuori dal locale, e stava dirigendosi a recuperare le auto lasciate in una zona di sosta accanto al locale, cui si accedeva passando per la strada statale, a quell'ora buia e trafficata. Mentre si stavano attardando con il parcheggiatore, una delle vittime, l'auto li ha raggiunti e travolti, sbandando sul guardrail e finendo poi sui giovani. Il parcheggiatore e un giovane di Apollosa, Valerio Lombardi, 18 anni compiuti venti giorni fa, che aveva già subito la morte prematura del padre cinque anni fa, sono morti sul colpo, scaraventati via dall'urto per diversi metri. Altre tre persone sono rimaste ferite, fra le quali due giovani amici del 18enne morto. Uno di loro, pure di 18 anni, è in coma farmacologico all'ospedale civile "Gaetano Rummo" di Benevento, e le sue condizioni sono giudicate gravi, ma stazionarie; l'altro, invece, ha subito un'operazione ad entrambe le gambe e al gomito, e non è in pericolo di vita. Non si conoscono, al momento, generalità e condizioni del terzo ferito.

Il conducente dell'auto, invece, ubriaco, ha continuato a correre lungo la strada statale, urtando altre tre macchine prima di fermarsi. Ferito a sua volta, è stato soccorso e trasportato in ospedale, dove è ricoverato e piantonato dai Carabinieri. A bordo dell'auto era presente anche un giovane di 19 anni.

Domani alle 10 il ragazzo deceduto, il cui corpo è ancora posto sotto sequestro dalle autorità di Avellino, subirà la visita del medico legale, che deciderà sulla necessità di ricorrere ad una autopsia sul cadavere. Il giovane in coma, invece, sarà sottoposto a TAC per verificare la situazione della micro-emorragia cerebrale.

Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Fonti