Berlusconi interrogato per tre ore dal pm Messineo su Dell'Utri

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 5 settembre 2012

Reduce dall'infortunio del 31 agosto, occorsogli durante lo jogging giornaliero a Villa Certosa, e rientrato da pochissimi giorni dalle sue vacanze in Sardegna, Silvio Berlusconi è stato oggi sottoposto a interrogatorio da parte del procuratore capo di Palermo, dott. Francesco Messineo, e del procuratore aggiunto, dott. Antonio Ingroia, e del pubblico ministero Lia Sava.

Il colloquio è avvenuto nell'ambito dell'inchiesta che la Procura siciliana sta conducendo da tempo sulla presunta estorsione che l'uomo politico Marcello Dell'Utri, avrebbe intentato ai danni di Silvio Berlusconi, amico personale di lunga data e suo compagno di cordata all'epoca della discesa in campo. L'incontro si è svolto a Roma, nella caserma della Guardia di Finanza di via dell'Olmata, dove Berlusconi è entrato alle 15:30 per uscirne alle 19. Al colloquio con i due pm Berlusconi ha partecipato in veste di parte lesa e testimone, dal momento che, nell'indagine che coinvolge Dell'Utri, il Cavaliere non riveste la figura di indagato.

Pur non indagato, l'ex Presidente del Consiglio si è avvalso dell'assistenza di entrambi i suoi legali, gli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo. Al termine dell'incontro Silvio Berlusconi è tornato a Palazzo Grazioli, per una riunione del suo partito, incentrata su vari argomenti tra cui il nodo politico del rinnovo della legge elettorale.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]