Bormio, bimbo ucciso da moto pirata: un fermo e un arresto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 10 ottobre 2007

Hanno rispettivamente 17 e 18 anni i due ragazzi che hanno confessato di aver investito, a bordo di una motocicletta da cross, Renzo Giacomelli, il bambino di 3 anni travolto ed ucciso lungo una pista ciclabile a Bormio, nel sondriese.

Il motoveicolo, secondo la testimonianza dei due, era condotto dal più giovane, attualmente in stato di fermo nel carcere minorile di Sondrio con l'accusa di omicidio volontario ed omissione di soccorso. Il maggiorenne, invece, è stato tratto in arresto con l'accusa di omicidio colposo.

Le indagini sull'episodio sono coordinate dal Procuratore capo di Sondrio, Gianfranco Avella.

Articoli correlati

Fonti