Colpo di stato in Mauritania, i soldati sequestrano il presidente

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 6 agosto 2008

Sidi Ould Cheikh Abdallahi

L'esercito della Mauritania ha compiuto un colpo di stato occupando il palazzo presidenziale e ha arrestato il presidente Sidi Ould Cheikh Abdallahi e il primo ministro Yahya Ould Ahmed Waghf.

La notizia è stata ripresa e confermata dalla Francia, di cui la Mauritania era colonia. Un responsabile del ministero degli esteri ha detto: «Siamo in contatto con la nostra ambasciata per ottenere una conferma degli eventi in atto a Nouakchott. Secondo le nostre prime informazione sembra che un gruppo di generali abbia arrestato il primo ministro».

Infatti a guidare il golpe è il generale Mohamed Ould Abdel Aziz, recentemente rimosso dalle sue funzioni dal presidente a seguito di una sostituzione di militari di alto rango operata per provare a risolvere la crisi politica che colpisce il Paese. Inoltre, giunge notizia che tutte le trasmissioni televisive siano state interrotte e che gli edifici pubblici e governativi siano sotto assedio.

Il presidente Sidi Ould Cheikh Abdallahi era salito al potere con le elezioni tenutesi 2007, dopo due anni di governo militare nato da un altro colpo di stato.

Fonti