Elezioni politiche italiane 2008: sono iniziate le operazioni di voto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 13 aprile 2008

Una scheda della Camera inserita nell'urna.

Alle 7 di stamani si sono aperte le urne per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica. Tra oggi e domani si svolgeranno anche le elezioni amministrative degli Enti locali interessati (431 Comuni, 9 Province e 2 Regioni a statuto speciale, il Friuli-Venezia Giulia e la Sicilia)

Si sono insediati ieri i 61.212 uffici elettorali di sezione, che hanno ricevuto il materiale necessario per la votazione e lo scrutinio.

Tanti i Presidenti sostituiti a Roma

Sono oltre 530 (su 2.600) i Presidenti di seggio sostituiti nella Capitale a causa della indisponibilità delle persone nominate dalla Corte d'appello. Tra i 530 "sostituti" sono presenti anche un'ottantina di ragazzi provenienti dalle tre università pubbliche romane, il cui nominativo è stato attinto da un elenco richiesto dal Commissario straordinario della città, il prefetto Mario Morcone, ai Rettori, contenente studenti iscritti all'ultimo anno di corso in Giurisprudenza o Scienze politiche. La macchina elettorale del Campidoglio ha anche competenza sui 1.200 seggi allestiti a Castelnuovo di Porto per lo spoglio delle schede votate dagli italiani all'estero.

120 Presidenti sostituiti a Palermo

Un Presidente su cinque (120 su 600) ha dato forfait anche a Palermo: questo è il dato fornito dal portavoce dell'Italia dei Valori, Leoluca Orlando.

Annullate le elezioni a Mesoraca

Due liste elettorali presentatesi per le comunali di Mesoraca (KR) sono state ricusate dalla Sottocommissione elettorale perché prive dei certificati elettorali dei candidati. La ricusazione ha comportato l'annullamento delle elezioni amministrative nella cittadina ed ha costretto il Prefetto di Crotone, Melchiorre Fallica, a commissariare il Comune.

Campagna elettorale oltre l'orario di chiusura, multe a Siracusa

A Siracusa gli uomini della Polizia di Stato hanno multato una persona sorpresa ad affiggere manifestati elettorali di un candidato nello spazio assegnato ad un'altra lista. Nella stessa città, un'altra persona è stata multata perché affiggeva manifesti oltre l'orario di chiusura della campagna elettorale. Sempre nel siracusano, ad Augusta, la Polizia ha disposto il fermo amministrativo di un'auto affidata ad un giovane senza patente di guida: sulla carrozzeria della stessa, un candidato aveva fatto applicare manifesti elettorali.

Fonti