Expo 2015, la fame del pianeta al centro dell'attenzione

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 7 febbraio 2011
L'Expo 2015 archivia (nonostante le nubi ancora non diradate sulla questione dei terreni di Rho) la fase delle polemiche e dei contrasti e inizia ad affrontare il suo tema centrale: Nutrire il pianeta.

Lo ha fatto il 5 e il 6 febbraio in una due giorni che oltre al palcoscenico del Teatro Dal Verme, dove hanno parlato le autorità, ne ha coinvolto una dozzina sparsi per la città.

Bambina africana denutrita

La proposta più rilevante, avanzata dall'oncologo Umberto Veronesi ed accolta dal sindaco Moratti, è quella di utilizzare i sei mesi di apertura dell'Expo per aprire un tavolo permanente con i grandi scienziati internazionali per affrontare la tematica della fame nel mondo.
L'ambizioso programma è quello di arrivare ad una "Carta di Milano" che rappresenti un autentico punto fermo per un problema che sta diventando sempre più grave ed esplosivo.

Del resto la stampa specializzata segnala che, senza drastici mutamenti di rotta, la prospettiva dei mercati agricoli mondiali sta velocemente passando da problematiche di smaltimento delle eccedenze produttive, a quella di una produzione non adeguata all'aumento dei consumi.

La serietà dei temi affrontati non ha impedito intermezzi del comico Antonio Albanese e di vari gruppi musicali, molto graditi dal numeroso pubblico.

Fonti

  • Giornale cartaceo Maurizio Giannattasio «Expo, una Carta contro la fame nel mondo»Corriere della Sera, 6 febbraio 2011, pag. 2 Supplemento Milano