Giunta in Italia la salma del volontario ucciso a Gerusalemme

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì  14 agosto 2006

Gz-map.png

Segui lo speciale Crisi in Medio Oriente 2006
su Wikinotizie.

Alle 17.50, è atterrato nell'area militare dell'aeroporto di Ciampino, l'Airbus A-2319, su cui viaggiava la salma di Angelo Frammartino, il cooperatore volontario 25enne ucciso giovedì scorso a Gerusalemme. La salma era scortata dal padre del giovane, Michelangelo, e Sergio Bassolli, responsabile del gruppo di volontari di cui faceva parte Angelo.

A terra, ad accogliere il feretro, avvolto in una bandiera della pace, c'erano anche il Presidente della Camera, Fausto Bertinotti, e Antonino Lupi, sindaco di Monterotondo, la cittadina in provincia di Roma da cui proveniva il giovane ucciso. Proprio il Sindaco Lupi ha dichiarato ai giornalisti: «È stata una tragedia tremenda, assolutamente inimmaginabile e adesso il dolore è grande, sia da parte dell'amministrazione comunale sia in tutta la comunità cittadina».

Notizie correlate

Fonti