Questa pagina è protetta

I bookmakers danno Prodi vincente

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

7 aprile 2006 In Inghilterra, è risaputo, si scommette praticamente su tutto (anche su come finirà il mondo - anche se non è chiaro chi riscuoterà poi la vincita). Non sorprende, quindi, che i bookmakers inglesi accettino scommesse anche sul prossimo primo ministro italiano.

Visitando il sito di Betfair, nel momento in cui scriviamo, si legge che, puntando un euro su Silvio Berlusconi, se ne vincono 4,4 , mentre scommettendo su Romano Prodi se ne vincono 0,24 per ogni euro giocato. Una miseria, a causa del fatto che Prodi è dato nettamente favorito sull'avversario.

Sempre sullo stesso sito è possibile vedere uno storico delle quotazioni (correlate con la probabilità, secondo i bookmaker, di vincita): il 2 febbraio Prodi e Berlusconi erano già nettamente distanziati a favore del leader dell'Unione (quotato 0,5 contro 2,0 per il premier uscente). Ma negli ultimi giorni il trend si è fatto ancora più favorevole a Romano Prodi, che, pur rimanendo stabile intorno a 0,5 , ha visto le quotazioni del premier farsi sempre più basse. Il 3 aprile, dopo il "colpo" sull'Ici, Silvio Berlusconi sembrava in ripresa, scendendo fino a quota 3, ma è stata un ripresa di breve durata, ed il premier si è attestato su 4,3.

Anche altri siti di scommesse danno Berlusconi perdente: secondo i bookmakers di Expekt e di Paddy Power, puntando 20 centesimi su Prodi se ne vincono appena 7, mentre puntandone 4 su Berlusconi se ne vincono 11, a sottolineare l'improbabilità che gli scommettitori d'oltremanica danno alla vittoria di Berlusconi.

Da sottolineare che dall'Italia non è possibile scommettere su questi siti, in quanto non autorizzati al gioco d'azzardo, ed alcuni di essi non sono neppure raggiungibili.

Collegamenti esterni

Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.
Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.