In mutande nella metro di Milano

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

10 gennaio 2011

9 gennaio, Milano. I pendolari della metropolitana hanno assistito all'insolito spettacolo di un gruppo di viaggiatori in mutande. Sulla Linea Rossa è avvenuto infatti il No Pants Subway Ride italiano, un flash mob nato nel 2002 a New York da un piccolo gruppo di amici, che hanno viaggiato in metropolitana senza i pantaloni, comportandosi in modo assolutamente normale e disinvolto, fra lo stupore e l'incredulità degli altri passeggeri. Da allora l'evento è stato riproposto ogni anno, organizzato dal gruppo di performance art Improv Everywhere, crescendo di volta in volta fino ad assumere delle proporzioni mondiali, sono infatti 24 le nazioni coinvolte nell'edizione 2011.

Partecipanti all'evento di New York

Nelle metro di circa 50 città, di cui Milano è l'unica italiana, gruppi più o meno vasti di ragazzi si sono "spantalonati" al chiudersi delle porte dei treni. Le regole dell'evento sono poche e precise: una volta chiuse le porte gli "agenti" si tolgono i pantaloni, salendo e scendendo poi dai mezzi secondo un ordine e una tratta stabiliti, comportandosi come normali viaggiatori, ad esempio leggendo un libro o ascoltando musica, il tutto ripreso da fotografi professionisti e non, alcuni senza pantaloni e altri "in borghese".

L'evento di Milano, alla sua prima edizione, è stato modesto ma efficace, certo nulla in confronto alle migliaia di partecipanti della grande mela. Più di una ventina di "agenti" e una decina di fotografi divisi in due gruppi sono partiti dalla fermata di Loreto e si sono incrociati diverse volte, salendo e scendendo dai treni, fino a ritrovarsi a San Babila, per poi insieme raggiungere la fermata del Duomo e uscire dalla metro ancora senza pantaloni. Una volta raggiunta la superfice, nel freddo inverno milanese si sono diretti verso la Galleria Vittorio Emanuele II attraversandola fino all'ottagono centrale. Lì, fra la sorpresa generale, gli agenti hanno trovato un gruppo di persone che dispensava abbracci gratis, e così i due gruppi si sono uniti e i frequentatori del "salotto" della città hanno potuto assistere a una particolare dimostrazione di affetto... senza pantaloni.

Fonti

Collegamenti esterni

Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.