Incidenti ad Hong Kong per la riunione del WTO

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

17 dicembre 2005
Assedi e scontri ad Hong Kong in relazione alla riunione della World Trade Organization (WTO). Per tutta la giornata 2-3 000 manifestanti no global hanno fronteggiato le forze di sicurezza in punti diversi della città nelle zone Central e Wan Chai, che stanno attorno al centro congressi in cui i 149 paesi del WTO sono riuniti. Gli scontri sono stati duri e la polizia è ricorsa agli idranti e, secondo alcuni testimoni, a proiettili di gomma. Il bilancio degli scontri: 70 feriti tra i manifestanti, 10 fra gli agenti, almeno 900 persone trattenute.

Intanto la riunione del WTO sembra avviata ad un microaccordo, che non accontenta nessuno, ma che consente di non azzera l'intero processo iniziato a Doha. Tutto gira attorno al problema "agricoltura" e alle date per l'applicazione degli accordi che eliminino tutti i sussidi all'export agricolo. Molto probabilmente la data finale sarà nel 2013, che coincide con l'attuale PAC (Politica Agricola Comune dell'UE).

Gli Stati Uniti si sono uniti ai Paesi in via di sviluppo per chiedere all'Europa la fine del meccanismo dei sussidi alla propria agricoltura. Ma ha poi frenato sul tema del cotone, settore forte dell'economia nazionale. Il negoziatore UE, Peter Mandelson, si è trovato così isolato. L'Unione Europea ha però richiesto agli Stati Uniti la modifica del proprio sistema di sostegno all'export.

Articoli correlati

Fonti