Nigeria: ucciso cittadino belga nel Delta del Niger

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Nigeria, giovedì 28 gennaio 2007

Percorso del fiume Niger ed il suo delta

Il cadavedere di un uomo d'affari di nazionalità belga è stato rinvenuto nella città petrolifera di Warri, nel delta del Niger, in Nigeria. L'uomo lavorava per conto di una società di materiali edili.

La matrice violenta del gesto è chiara. Il belga «è morto per le ferite d'arma da fuoco ieri sera. È un chiaro caso di omicidio», come dichiarato dal funzionario di polizia Udom Akpuodom. Le autorità locali hanno arrestato la ragazza nigeriana della vittima e l'autista dell'uomo: su di essi grava il sospetto che abbiano reclutato due uomini per uccidere il belga ed appropriarsi dei suoi beni.

La morte del cittadino belga conferma che la situazione nella regione del delta del Niger è assai delicata: il 16 gennaio scorso - nel corso di una rapina a mano armata - un uomo olandese, impiegato nel settore petrolifero, è rimasto ucciso. E sono ancora trentotto i lavoratori stranieri sequestrati da diversi gruppi armati. Tra di essi, anche due italiani: Franco Arena e Cosma Russo, rapiti il 7 dicembre scorso assieme a Roberto Dieghi, recentemente liberato.

Fonti