Nuovo record del deficit commerciale USA 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

11 novembre 2005

A settembre il deficit commerciale degli Stati Uniti ha toccato un nuovo record attestandosi a 66,1 miliardi di dollari (56,2 miliardi di euro), 5,7 miliardi di dollari in più rispetto ad agosto, mentre gli esperti attendevano un valore intorno ai 61 miliardi di dollari. Nell'ultimo anno il deficit commerciale è salito a 529,8 miliardi di dollari, pari a 450 miliardi di euro.

Gran parte del deficit è da attribuire agli effetti provocati dagli uragani Katrina e Rita.

Parte dell'incremento è derivante dall'importazione legata all'energia resa necessaria dal rallentamento della produzione petrolifera interna. L'importazione del greggio è diminuita di 350 milioni di dollari a causa della chiusura delle raffinerie, mentre l'importazione del gas naturale è aumentata di 3,7 miliardi di dollari. I combustibili e i prodotti derivati dal petrolio sono aumentati di 6,8 miliardi di dollari.

La diminuzione delle esportazioni è stata del 2,6%, per un totale di 2,8 miliardi di dollari. Sempre a causa dell'uragano Katrina, il porto di New Orleans è stato chiuso, rallentando i trasporti e diminuendo le esportazioni di cibo per 296 milioni di dollari.

La maggior parte del deficit commerciale è verso la Cina, che passa da 1,6 a 20,1 miliardi di dollari, a causa dell'invasione del mercato di giocattoli, vestiti e televisioni. In aumento anche verso i paesi aderenti all'OPEC per un totale di 9,1 miliardi di dollari.

Fonti

Wikinews
Questo articolo, o parte di esso, deriva da una traduzione di US trade deficit hits new record, pubblicato su Wikinews in inglese.