Per la Cassazione non è reato ignorare l'alt della polizia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

5 agosto 2006
Se un automobilista non si ferma all'alt intimato dagli agenti, da oggi non sarà più perseguibile per un reato penale. Lo ha stabilito oggi la Corte di Cassazione italiana.

La vicenda è cominciata con il fermo per resistenza a pubblico ufficiale di un motociclista della Sicilia, che non si era fermato quando gli agenti gli avevano mostrato la paletta. I giudici della Corte di Cassazione non hanno però ravvisato la necessità di confermare la condanna penale, in quanto il suddetto non è considerato come reato penale dal codice, ma solo una violazione del Codice della strada, e come tale da trattare con sanzione amministrativa.

La sentenza dei giudici di Palermo, che avevano condannato il motociclista all'ammenda di 200 euro per inosservanza delle autorità e resistenza a pubblico ufficiale (reati previsti dal codice penale), è stata annullata senza rinvio.

Fonti