Sei italiane tra le dieci più antiche aziende familiari del mondo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 6 gennaio 2009
La rivista americana Family Business, specializzata in aziende familiari, ha stilato la classifica delle imprese familiari più antiche del mondo. Tra queste numerose italiane.

La più antica risulta la giapponese Hoshi, un albergo-struttura termale guidato dalla stessa famiglia dal 718. Secondo la leggenda venne fondata da un monaco buddista in un luogo indicatogli dal dio del Monte Hakusan. Questa ha sostituito al primo posto della graduatoria la Kongo Gumi, società edile specializzata in costruzione di templi buddisti e nata nel 578, ma che nel 2006 è stata venduta al gigante delle costruzioni Takamatsu.

Al secondo posto a pari merito la Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone (Isernia), la fonderia delle campane del Papa, e la cantina francese Château de Goulaine, nate entrambe nell'anno 1000. Altre imprese familiari italiane sono al quarto posto — la Barone Ricasoli, produttrice di vino e olio d'oliva nata a Siena nel 1141 — e al quinto — la Barovier & Toso, di Murano (Venezia) fondata nel 1295 (nel 1936 i Barovier si fusero con i Toso).

Altre imprese nazionali sono all'ottavo posto, la Torrini, produttrice di gioielli e fondata nel 1369, e al nono la Antinori, produttrice di vino dal 1385. Decima invece la Camuffo di Portogruaro, costruttrice di imbarcazioni dal 1438 e nata nel porto veneziano di Khanià a Creta.

Fonti

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Imprese familiari più antiche del mondo.