Calcio Coppa Italia 2007 3° turno eliminatorio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

27 agosto 2006

Campionati nazionali
Coppe internazionali


Terzo turno di Coppa Italia di calcio.

Risultati[modifica]

  • Messina - Lazio 4-3 (d.t.s.)
  • Genoa - Modena 3-1 (d.t.s.)
  • Bologna - Sampdoria 2-3
  • Crotone - Reggina 0-1 (d.t.s.)
  • Brescia - Cagliari 1-0 (d.t.s.)
  • Arezzo - Udinese 7-6 (rig.)
  • Napoli - Juventus 8-7 (rig.)
  • Triestina - Atalanta 3-2 (d.t.s.)

Tabellini[modifica]

Arezzo-Udinese 7-6 d.c.r.[modifica]

Reti: 17’ Muntari, 89’ Vigna

Arezzo: Bremec, Galeoto, Terra, Ranocchia, Lombardi, Roselli, Beati (Goretti 37' s.t.), Bricca (Simonetta 1' s.t.), Vigna, Bondi (Lauria 37' s.t.), Floro Flores. All. A. Conte.
Udinese: De Sanctis, Zenone, Natali, Zapata, Felipe, Obodo, Muntari, Pinzi (De Martino 10' p.t.s.), Eremenko, Tiboni (Asamoha 18' s.t.), Virtanen (Vargas 24' s.t.). All. Galeone.
Arbitro: Dondarini.

Bologna-Sampdoria 2-3[modifica]

Reti: 4’ e 44’ (r) Flachi, 29’ Marazzina, 50’ Delvecchio, 69’ Meghni (r)

Bologna: Antonioli, E. Filippini, Terzi, Castellini, Costa, Mingazzini, Amoroso, Fantini (Nervo 27' s.t.), Meghni, Zauli, Marazzina. All. Ulivieri.
Sampdoria: Castellazzi, C. Zenoni, Sala, Falcone, Pieri (Franceschini 15' s.t.), Olivera, Palombo, Volpi, Bonanni (Delvecchio 32' p.t.), Flachi (Maggio 27' s.t.), Bonazzoli. All. Novellino.
Arbitro: Rosetti.

La Sampdoria sfata la tradizione negativa contro il Bologna, vincendo e passando agli ottavi di finale, dove incontrerà il Palermo. Il primo gol lo segna Flachi, grazie ad una papera di Antonioli, ex blucerchiato: Zenoni scende sulla destra, salta Costa e crossa rasoterra, l'intervento di Antonioli è a meta tra una smanacciata ed una presa, il pallone rimane lì e Flachi lo fulmina portando in vantaggio la Sampdoria. Intanto Olivera mette in difficoltà la propria squadra beccando la seconda ammonizione (27' p.t.) e il conseguente cartellino rosso: Samp in dieci. Costa batte la punizione che Marazzina corregge in rete, 1-1. Castellini trattiene in area Bonazzoli, Rosetti decreta il rigore, che Flachi trasforma. Il secondo tempo inizia con il terzo gol blucerchiato che arriva su tiro di Delvecchio, con leggera deviazione di Mingazzini che spiazza Antonioli. Al 23' Falcone commette fallo in area su Zauli e Meghni segna dal dischetto.

Brescia-Cagliari 1-0 d.t.s.[modifica]

Reti: 93’ Serafini

Brescia: Viviano, Stankevicius, Mareco, Zoboli, Cortellini, Piangerelli, Jadid, Del Nero, Serafini, Mannini, Alfageme (Hamsik 43' p.t.). All. Somma.
Cagliari: Chimenti, Ferri (Pisano 1' s.t.), Lopez (Bizera 31' s.t.), Semedo, Agostini (Del Grosso 1' s.t.), D'Agostini, Conti, Burrai, Esposito, Pepe, Suazo. All. Giampaolo.
Arbitro: Palanca.

Crotone-Reggina 0-1 d.t.s.[modifica]

Reti: 105’ Lucarelli

Crotone: Soviero (Padelli 1' p.t.s.), Rossi, Borghetti (Petrilli 33' s.t.), Maietta, Bonomi, Sedivec, Cardinale, Piocelle, Galardo (Gentile 41' s.t.), Giampaolo, D. Lopez. All. Gustinetti.
Reggina: Pelizzoli, Aronica, De Rosa, Lucarelli, Mesto, Biondini (Missiroli 10' p.t.s.), Amerini (Lanzaro 6' s.t.s.), Tedesco, Modesto, Leon (Esteves 10' s.t.s.), Bianchi. All. Mazzarri.
Arbitro: Farina.

Genoa-Modena 3-1 d.t.s.[modifica]

Reti: 63’ Campedelli, 89’ e 100’ Adailton, 105’ Greco.

Genoa: Rubinho, Bega, Biasi, Criscito, Botta, Milanetto (Longo 21' s.t.), Coppola, Juric (P. Lopez 15' s.t.), Adailton, Greco, Sculli (Aurelio 17' s.t.). All. Gasperini.

Modena: Narciso, Frey (Antonazzo 12' s.t.), Centurioni, Perna, Tamburini, Campedelli, Luisi, Tisci, Abate, Colacone (Sforzini 32' s.t.), Lazzari (Gilioli 19' s.t.). All. Zoratto.

Arbitro: N. Ayroldi.

Messina-Lazio 4-3 d.t.s.[modifica]

Reti: 2’ Iliev, 5’ Cordova, 7’ e 24’ Pandev, 98’ e 101’ Di Napoli, 115’ Rocchi.

Messina: Storari, Zoro, Zanchi, Rezaei, Parisi, Coppola, Cordova (De Vezze 28' s.t.), Masiello, Iliev (Sullo 37' s.t.), Di Napoli, Floccari (Alvarez 22' s.t.). All. Giordano.
Lazio: Ballotta, Oddo (De Silvestri 5' s.t.s.), Stendardo, Cribari, Zauri, Belleri (Quadri 1' s.t.s.), Mudingayi, Ledesma, Manfredini (Tare 20' s.t.), Pandev, Rocchi. All. Delio Rossi.
Arbitro: Pieri.

Napoli-Juventus 8-7 d.c.r.[modifica]

Marcatori: 27’ Chiellini, 38’ Bucchi, 53’ Calaiò. 78’ e 120’ Del Piero, 122’ P. Cannavaro.

Rigori: Trotta (4-3), Buffon (4-3), Bucchi (5-3), Guzman (5-4), Domizzi (6-4), Birindelli (6-5), Dalla Bona (6-5), Marchionni (6-5), P. Cannavaro (6-5), Del Piero (6-6), Montervino (7-6), Chiellini (7-7), Amodio (8-7), Balzaretti (8-7).

NAPOLI: Iezzo, Grava, P. Cannavaro, Domizzi, Savini, Montervino, Bogliacino (95’ Amodio), Dalla Bona, De Zerbi (34’ Pià), Bucchi, Calaiò (67’ Trotta).
Allenatore: Edi Reja.

JUVENTUS: Buffon, Balzaretti, Kovaċ, Birindelli, Chiellini, C. Zanetti, Giannichedda (59’ Guzman), Marchionni, Paro, Nedvěd (82’ Camoranesi), Bojinov (59’ Del Piero).
Allenatore: Didier Deschamps.

Arbitro: Matteo Trefoloni (Siena)

La Juventus, retrocessa in B a seguito della sentenza relativa al recente scandalo calcistico, viene eliminata dal Napoli, neopromosso in serie B. La prima occasione per il Napoli, quando Buffon esce alla disperata per bloccare un inserimento in area di De Zerbi: lo scontro è sospetto, ma l’arbitro Trefoloni fa proseguire. Nel momento di maggior pressione del Napoli, arriva il gol della Juventus. Zanetti crossa da destra e Chiellini insacca di testa. Passano dieci minuti e il Napoli pareggia con Bucchi, che gira a rete un assist di De Zerbi. L’inizio della ripresa vede il Napoli in vantaggio, quando Calaiò sfrutta un errore di Birindelli, scarta Buffon e mette in rete. La partita sembra finita, ma Deschamps gioca la carta Del Piero, ed è lui a segnare il gol del pareggio che porta la Juventus ai supplementari: l’attaccante azzecca dal limite un tiro che tocca il palo ed entra in porta. I tempi supplementari mostrano un Camoranesi, che si fa espellere per una manata al 2’ del secondo tempo supplementare, subito imitato da Grava (9’ s.t.s.) per doppia ammonizione. La partita si accende improssivamente: proprio allo scadere del tempo Del Piero realizza il 3-2, poi Trefoloni concede ulteriori due minuti di recupero sui 30’ di supplementari già giocati, e al 122’ Paolo Cannavaro approfitta della gentile concessione per pareggiare. Si va così ai calci di rigore, che vedono prevalere il Napoli 5-4.

Triestina-Atalanta 3-2 d.t.s.[modifica]

Reti: 17’ Ventola, 91’ Kyriazis, 100’ Graffiedi, 103’ Eliakwu, 120’ Soncin.

Triestina: G. Rossi, Azizou, Lima, Kyriazis, Pesaresi, Kalambay (Ruopolo 17' s.t.), Allegretti (Rossetti 6' p.t.s.), Gorgone, Testini, Graffiedi, Piovaccari (Eliakwu 1' s.t.). All. Agostinelli.
Atalanta: Calderoni, Conteh (Innocenti 11' p.t.s.), Rivalta, Carrozzieri, Ariatti, Bombardini, Migliaccio, Tissone, Ferreira Pinto, Zampagna (Soncin 15' s.t.), Ventola (Capelli 38' s.t.). All. Colantuono.
Arbitro: Romeo.

Turni precedenti[modifica]

Prossimo turno[modifica]

Calendario[modifica]