Ciampi chiede garanzie scritte a Berlusconi sulle elezioni 2006

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

27 gennaio 2006


Nell'incontro di oggi tra il Presidente della Repubblica e il Presidente del Consiglio, durato 20 minuti, è stato definito per iscritto l'iter istituzionale sulle prossime elezioni politiche.

Ciampi ha voluto avere la garanzia scritta di Berlusconi sulla convocazione del Consiglio dei Ministri per l'11 febbraio, nel quale verrà fissato il voto per il 9 e 10 aprile e varata la par condicio. Verificato ciò, il Presidente ha garantito il congedo delle Camere nella mattina dello stesso 11 febbraio. In questo modo è stato risolto il contenzioso aperto pochi giorni fa, subito dopo che Berlusconi aveva iniziato a ritrattare sulla data delle elezioni, sancito con un accordo senza precedenti nella storia della Repubblica. Finora infatti questi passaggi sono sempre stati regolati informalmente.

Il Quirinale ha accettato quindi di spostare di 2 settimane lo scioglimento delle Camere dalla data del 29 gennaio, ma solo dopo aver constatato che il decreto approvato mercoledì rimuove l'impedimento di candidabilità dei sindaci e dei presidenti delle Province e il numero raddoppiato di firme richieste ai partiti non rappresentati in Parlamento per presentarsi alle elezioni.

Notizie precedenti

Fonti