L'Italia alle urne, anche i leader politici in fila per votare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 13 aprile 2008

Come tutti i cittadini, anche i leader politici, i candidati premier e le maggiori cariche dello Stato si stanno recando a votare per il rinnovo del Parlamento, che darà inizio alla XVI legislatura della storia della Repubblica Italiana. Il primo a votare, questa mattina, è stato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel seggio romano di Via Panisperna, nel quale è stato accolto dagli applausi delle persone presenti.

Nella Capitale ha votato anche il leader del Partito Democratico, ma al seggio allestito in via Novara 22, insieme alla moglie e le due figlie; Veltroni, che come tutti i romani ha votato con 5 schede (Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, provincia di Roma, Comune di Roma, Municipio di appartenenza) ha atteso il suo turno in fila per circa 15 minuti. Nel frattempo, al piano superiore, votava anche Gianfranco Fini (AN - PdL).

Il candidato sindaco di Roma che ha già ricoperto la carica per due mandati, Francesco Rutelli, si è recato al seggio allestito in viale Africa 109 all'interno dell'Istituto statale Vincenzo Arangio Ruiz intorno alle 11.20, insieme alla moglie Barbara Palombelli, giornalista del Tg5, e le sue due figlie.

Siparietto a Curno (provincia di Bergamo) quando Antonio Di Pietro, leader dell'Italia dei Valori, il partito che insieme ai Radicali sostiene la candidatura di Veltroni, ha attaccato Silvio Berlusconi, senza mai però fare il suo nome. Il leader del PdL si è recato a votare presso la scuola media Dante Alighieri a via Scrosati a Milano, a poca distanza da dove risiedeva la madre, Rosa Bossi Berlusconi, scomparsa il 3 febbraio scorso.

Nel capoluogo della Lombardia ha votato anche una delle due candidate premier donna, Daniela Santanché, che si è intrattenuta con i numerosi fotografi, e che ha rilasciato una simpatica dichiarazione: «Che schieramento! Spero mi porterete bene. Comunque sorriderò domani, oggi è solo la vigilia...».

Il candidato premier per il Partito Socialista Enrico Boselli ha votato a Ceretolo di Casalecchio di Reno, in Emilia Romagna, mentre esprimeva la sua preferenza anche l'attrice Gloria Guida.

Il premier dimissionario, Romano Prodi, si è recato al seggio di Via Castiglione a Bologna, dopo aver assistito alla celebrazione della Santa Messa, insieme alla famiglia. Come di consueto non ha rilasciato dichiarazioni, limitandosi a dire: «Non parlo quando vado a votare. E' un costume democratico che voglio rispettare anche oggi».

Lunga attesa prima di poter votare, infine, per Pier Ferdinando Casini, che insieme alla moglie, la figlia e il piccolo Francesco, nato da due settimane, ha aspettato in fila per più di mezz'ora, nel seggio al quartiere Parioli.

Fonti