Un altro attentato a Nassiriya

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Nassiriya, 5 giugno 2006

Attentato a Nassiriya

Il 5 giugno 2006, a Nassiriya, un attentato ha colpito militari italiani, causando la morte del primo caporal maggiore Alessandro Pibiri ed il ferimento di altri quattro uomini.

Notizie correlate

Verso le 19.35 CET, (le 21.35 in Iraq), un nuovo attentato è stato perpetrato ai danno dei soldati italiani. L'ordigno è esploso a circa 100 chilometri a nord di Nassiriya.

La notizia è giunta in Italia mentre in si festeggiava il 192° anniversario della fondazione dell'Arma dei Carabinieri. Il Capo di Stato maggiore della Difesa, ammiraglio Gianpaolo Di Paola, ha interrotto la manifestazione.

Chi sono le vittime

La vittima è il primo caporal maggiore Alessandro Pibiri, venticinquenne di Selargius (Cagliari) in forza al 152° Reggimento fanteria "Sassari". Il ferito grave è il primo caporal maggiore Luca Daga. Sono rimasti feriti il caporal maggiore scelto Fulvio Concas, il tenente Manuel Pilia e il primo caporal maggiore Yari Contu.

I feriti sono ricoverati presso l'ospedale campo di Tallil.

La posizione di Nassiriya in Irak

Le reazioni

Il Presidente del Consiglio ed il Capo dello Stato hanno espresso il proprio rammarico e le condoglianze alla famiglia del caduto.

Fonti