Wikinotizie:Politiche di messa al bando degli utenti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search
« But some people are just not suitable for editing here, and that's just a simple brute fact. »

In Breve[modifica]

  • Bandire un utente da wikinews, vuol dire impedire all'utente la collaborazione su wikinews.
  • La comunità invita le persone bloccate a non cercare in nessun modo di interferire con il blocco ricevuto.
  • Le tre entità che possono bandire un utente sono:
    1. la comunità di Wikinotizie
    2. Jimbo Wales;
    3. decisione della Board of Trustees della Wikimedia Foundation.
  • Per aprire una procedura di messa al bando sono necessari 4 utenti con diritto di voto. La votazione durerà sette giorni.
  • Tutti gli utenti registrati da almeno 45 giorni e con 150 edit indistinti entro l'inizio della votazioni hanno il diritto di voto.
  • Perchè l'utente in questione venga bandito sono necessari almeno 7 votanti e i 2/3 dei voti favorevoli.
  • Il bando sarà di durata uguale al tempo massimo condiviso dai 2/3 dei votanti favorevoli.
  • Gli utenti possono essere messi al bando per i seguenti periodi: infinito, un anno, sei mesi, tre mesi, un mese o due settimane.
  • Gli utenti banditi che tentano di evadere il blocco, otterranno una ripartenza del tempo di blocco.

In modo completo[modifica]

Cos'è una messa al bando di Wikinotizie?[modifica]

Una messa al bando di Wikinotizie è una revoca formale della possibilità di modificare pagine su Wikinotizie. Tale messa al bando può essere temporanea e di durata prestabilita, o indefinita e potenzialmente permanente.

L'invito standard che Wikinotizie estende a oltre sei miliardi di persone nel mondo, "modifica questa pagina", non si applica agli utenti messi al bando.

Gli utenti messi al bando non sono quindi autorizzati a modificare testi su Wikinotizie

Le messe al bando devono essere distinte dal blocco mediante il quale gli amministratori possono impedire ad un indirizzo IP o ad un account utente di modificare Wikinotizie.

I vari tipi di blocco sono un meccanismo per far valere le messe al bando, ma sono usati anche per altri motivi (come ad esempio gestire dei bot malfunzionanti).

Se sei stato messo al bando, per favore rispetta la decisione e non modificare Wikinotizie finché il bando permane. Puoi ancora contribuire indirettamente pubblicando immagini e voci GFDL o di pubblico dominio in altri luoghi del web che i Wikinotiziani possono usare come fonte.

La decisione di messa al bando[modifica]

La decisione di mettere al bando un utente può scaturire legittimamente da:

  1. la comunità di Wikinotizie, prendendo una decisione in base alle appropriate politiche da essa stessa approvate e condivise, o a seguito di consenso sul caso specifico;
  2. Jimbo Wales;
  3. decisione della Board of Trustees della Wikimedia Foundation.

Votazione per una messa al bando[modifica]

Se, dopo aver seguito i passaggi indicati in Risoluzione dei conflitti, un utente ritiene comunque non adeguatamente risolto il problema sollevato, può segnalare un altro utente, il cui comportamento egli reputa problematico, nell'apposita pagina (Wikinotizie:Utenti problematici), riportando casi circostanziati e verificati di un comportamento atto a danneggiare volutamente Wikinotizie. Nel caso l'utente fosse anche amministratore e si ritiene di avere individuato da parte sua un uso abusivo delle funzioni riservate agli amministratori (e solo di quelle), la segnalazione deve essere fatta nella pagina Wikinotizie:Amministratori problematici.

Su tale segnalazione la comunità è invitata ad esprimersi e a discutere, valutando la possibilità di prendere dei provvedimenti, che possono includere il blocco.

Inoltre è possibile far partire una votazione per il bando dell'utente problematico, che si apre se richiesta da 4 utenti con diritto di voto (vedi sotto).

La votazione avviene in questa pagina e dura 7 giorni, periodo nel quale, deve essere apposto un avviso al Bar e nel Wikinotiziano. L'avviso non può essere cambusato prima della fine della votazione.

Alla votazione possono partecipare tutti gli utenti che abbiano compiuto il primo edit almeno 45 giorni prima dell'inizio della votazione e che abbiano effettuato almeno 150 edit indistinti entro l'inizio della votazione; inoltre il voto è valido solo se effettuato da un utente registrato che ha effettuato il log in.

La votazione è valida se raggiunge un quorum di votanti pari a 7. Il quorum si calcola contando sia i votanti che gli utenti che si sono esplicitamente astenuti.

Chi si esprime a favore del bando è invitato ad inserire il proprio voto in uno dei periodi previsti (infinito, un anno, sei mesi, tre mesi, un mese, due settimane). I voti contrari al bando vengono considerati come voti per un bando di durata zero.

La durata del bando sarà quella che soddisfa almeno i 2/3 delle preferenze di durata indicate da ciascuno degli utenti che ha votato favorevolmente. Qualora i votanti favorevoli al bando siano meno dei 2/3 del totale dei votanti, la proposta di bando verrà respinta.

Penalità per l'evasione della messa al bando[modifica]

La penalità per l'evasione della messa al bando consiste nel far ripartire automaticamente dall'inizio il periodo di bando (non è di solito necessaria alcuna considerazione formale). Ad esempio, se l'Utente Esempio viene bannato per dieci giorni, ma al sesto giorno tenta di sfuggire al bando, il periodo di bando che gli resterà da scontare passerà da quattro a dieci giorni. Se l'Utente Esempio non cercherà più di aggirare il bando, il suo periodo di bando complessivo sarà di sedici giorni.

Gli utenti messi al bando dotati di scarso autocontrollo possono all'atto pratico essere messi al bando indefinitamente, finché non riprendono il controllo di sé e smettono di cercare di rientrare in Wikinotizie in modo fraudolento.

Gestione degli utenti messi al bando[modifica]

È inopportuno provocare gli utenti messi al bando, avvantaggiandosi della loro impossibilità di replica per criticarli ulteriormente. Essere messi al bando è già di per sé un'esperienza spiacevole, anche senza che altri intenzionalmente continuino le provocazioni. Come principio generale, non dovrebbero essere inviati messaggi ad utenti messi al bando, dato che potrebbero essere tentati di rispondere e quindi rompere la messa al bando, con immediata ri-applicazione del bando in accordo a quanto sopra indicato. Si è invece liberi di contattare utenti messi al bando tramite canali esterni a wikipedia (e-mail, chat, eccetera).

Dato che l'uso di Wikinotizie per contattare utenti messi al bando è scoraggiato, è altrettanto sconsigliato pubblicare messaggi su Wikinotizie per conto di utenti messi al bando, attività a volte chiamata proxying. Dato che gli utenti rispondono a questi interventi, l'utente messo al bando sarà inevitabilmente coinvolto e potrebbe avviare una nuova discussione per annullare il bando. Lo scopo di questa policy è anche quello di permettere agli utenti messi al bando di lasciare Wikinotizie, temporaneamente o definitivamente, con dignità; per questo, un'intercessione da parte di un altro utente, a bando ormai emesso, è quantomeno inopportuna.

Applicazione[modifica]

L'approccio di Wikinotizie all'applicazione della messa al bando equilibra un numero di preoccupazioni in competizione:

  • Aumentare la qualità dell'enciclopedia.
  • Evitare inconvenienti o irritazione alle vittime di uno scambio di identità.
  • Aumentare il numero di utenti che possono scrivere su Wikinotizie.
  • Evitare conflitti all'interno della comunità sugli utenti messi al bando.
  • Dissuadere o impedire agli utenti messi al bando di scrivere su Wikinotizie.

Come risultato, l'applicazione del bando ha diversi aspetti. Si noti che nessuno è obbligato ad aiutare a far rispettare qualsiasi messa al bando.

Blocchi a lungo termine[modifica]

Tipicamente Wikinotizie bloccherà l'indirizzo IP degli utenti messi al bando che scrivono usando un IP statico, per la durata del bando. In casi estremi, classi di indirizzi IP possono essere similarmente bloccate per la durata del bando.

Blocco dell'account[modifica]

L'account principale di qualsiasi utente messo al bando, se ne possiede uno, viene bloccato per la durata del bando. Se l'utente messo al bando crea dei "sock puppet" per evadere il bando, anche questi possono essere bloccati (il periodo può variare). Comunque si veda la nota sulle "reincarnazioni" più sotto.

Blocco dell'IP a breve termine[modifica]

Nel caso in cui un utente messo al bando scriva usando un gruppo di indirizzi IP, è normale usare dei blocchi a breve termine se tale utente cerca di scrivere su Wikinotizie 24 ore è una durata tipica, ma il periodo può variare in base alle dimensioni della sottorete, ecc.

Rollback[modifica]

Tutte le modifiche effettuate da un utente mentre è bloccato a seguito di una messa al bando - utilizzando sockpuppet o senza fare il login (da numero IP) - non sono autorizzate e, per questo, indipendentemente dal loro merito, possono essere tutte annullate da un qualsiasi altro utente, senza che questi debba discutere prima di annullarle. Similmente, le voci create ex novo dall'utente al bando possono essere cancellate o segnalate per la cancellazione in via immediata.

Le modifiche annullate in tal modo possono essere successivamente ripristinate da qualsiasi utente recuperando il testo annullato e reinserendolo in una revisione successiva, ma solo dopo aver effettuato i necessari accurati controlli e integrando, ove possibile, le fonti a supporto della voce. In questo caso, l'utente indica la modifica come verificata nel campo oggetto o in pagina di discussione, se i ripristini da effettuare sono numerosi per una singola voce.

I ripristini di tale tipo vanno condotti in modo responsabile ed evitando un conflitto di ripristini simile ad una edit war. L'utente che volesse ripristinare una modifica, oltre a verificarne la validità, dovrebbe tener conto che sta ripristinando contenuti immessi da un utente non autorizzato a farlo a seguito di un bando e che, pertanto, vi sono alte probabilità che lo stesso sia stato deciso per ragioni riconducibili a visione parziale (POV), a inaccuratezza reiterata o, ancora, all'inserimento sistematico di materiali protetti da diritto d'autore. Il ripristino di tali modifiche è, a maggior ragione, sconsigliato - e da effettuarsi con molta cautela - quando siano opera di utenze plurirecidive nel subire bandi o nel tentare di evadere da essi, anche qualora le modifiche sembrassero valide.

Cancellazione[modifica]

Non è possibile il rollback di una voce appena creata, poiché non esiste una versione precedente a cui tornare. Comunque, tali pagine sono candidate per la cancellazione immediata. I non amministratori possono elencare tali pagine nella categoria "da cancellare", aggiungendo il template {{cancella subito}} in testa alla voce.

Se qualcuno ha apportato delle modifiche alla pagina, in particolare se queste sono sostanziose, la cancellazione non è appropriata. Se credete sia necessario, cercate di modificare la pagina per rimuovere o rielaborare i contenuti inseriti dall'utente messo al bando, e mantenere le parti inserite da altri.

Se ritenete che una nuova voce sia stata cancellata per errore, elencatela nelle Richieste di ripristino. Ad esempio, potreste elencarvi una pagina che credete sia stata cancellata per uno scambio di identità, o perché ritenete sia di una qualità sufficientemente elevata (si veda la nota sui rollback più sopra).

Reincarnazioni[modifica]

Una reincarnazione si ha quando un utente bandito (banned) si ripresenta su Wikinotizie sotto falsa identità. Questo non è un problema semplice e per affrontarlo si è cercato di tener conto di tutto ciò che è stato detto precedentemente. Le reincarnazioni lampanti sono facilmente affrontabili — gli account possono essere bloccati e le modifiche annullate, come discusso sopra.

Il problema normalmente si presenta quando un gruppo di utenti inizia a sospettare che un nuovo account sia stato registrato da un utente bandito. La prima cosa da fare in questo caso è chiedere. In caso di sospetti infondati, la vittima dell'errore normalmente si sforzerà di provare che lui non è la reincarnazione di un utente bandito. Questo porta alla risoluzione del dubbio, è possibile quindi scusarsi e ricominciare a lavorare in un ritrovato clima di fiducia. Questo chiarimento diretto, benché poco diplomatico, è preferibile al lavorare in un clima di sospetto.

A volte, la sospetta reincarnazione non risponde direttamente ma invoca diritti alla privacy o all'innocenza fino a prova contraria, oppure si chiude nel silenzio. Questo atteggiamento certamente non aiuta e può essere una buona indicazione che la sospetta reincarnazione è autentica. Questa indicazione, insieme a qualche paragrafo di spiegazione a supporto da parte degli utenti che hanno sospetti è normalmente sufficiente per giustificare il blocco dell'account, anche se vi saranno sempre casi limite che genereranno discussioni.

Per nostra esperienza, questa grezza condotta di chiedere educatamente, mostrare prove, analizzarle, bloccare non sembra causare danni collaterali.

Note[modifica]

  1. [EN] WikiEN-l Re: Plautus. URL consultato il 10-9-2007.