Corsa contro il tempo per Alitalia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 14 settembre 2008

Crisi dell'Alitalia


Alitalia sull'orlo del fallimento

Nulla di fatto anche in nottata sul caso Alitalia. La compagnia aerea di bandiera è sull'orlo del fallimento, e da lunedì diversi aerei potrebbero restare a terra per mancanza di carburante. L'ENAC, l'agenzia competente sui voli civili in Italia, ha fatto sapere che potrebbe essere messa in discussione la stessa licenza provvisoria che dal 2 settembre permette all'Alitalia commissariata di continuare a operare nei cieli.

Si rincorrono le voci su possibili vie d'uscita dalla vertenza, mentre il ministro del lavoro Maurizio Sacconi parla di un «50% di possibilità di salvataggio» e critica gli «avvoltoi» che volano intorno ad Alitalia sperando di ricavare dal fallimento del vettore nazionale un vantaggio politico. Avvoltoi che il premier individua nella sinistra parlando ad un convegno del PdL.

Alcune fonti vogliono un contratto separato per i piloti rispetto alla restante parte del personale CAI che li equipari ai dirigenti e ne salvaguardi la «specificità professionale».

Circola anche la voce di un ulteriore investimento di 100 milioni di euro da parte dei dirigenti CAI al fine di contenere intorno al 20% le riduzioni salariali che il passaggio dalla vecchia alla nuova Alitalia comporterà per i dipendenti, ma il presidente di CAI, Colaninno non ha commentato questa ipotesi, e da due giorni la CAI non partecipa più alle trattative ritenendo la sua offerta sostanzialmente immutabile.

Fonti[modifica]