Sisma in Abruzzo, aggiornato il bilancio: 179 morti, 34 dispersi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search
 
 
Speciale Terremoto Abruzzo.png

Tutti gli articoli dello Speciale:

Speciale sul Sisma in Abruzzo

Speciale sul Sisma in Abruzzo

martedì 7 aprile 2009

Si aggiorna di ora in ora il drammatico bilancio del sisma che nella giornata di ieri (lunedì 6, n.d.r.) ha colpito l'Abruzzo, devastando gran parte della città de L'Aquila e i dintorni.

L'ultimo computo fornito dalle squadre di soccorso parla di 179 morti, di cui 40 ancora in attesa di essere identificati. La città più colpita è Onna, dove con 39 morti su una popolazione complessiva intorno ai 400 abitanti, la città ha perso poco meno del 10% dell'intera popolazione.

I dispersi sono 34: tra questi, stando alle parole del sindaco de L'Aquila Massimo Cialente, cinque sarebbero all'interno della Casa dello Studente, la cui struttura è totalmente collassata a causa del violento terremoto delle 3:32.

Grave la situazione per gli sfollati: in totale sono 17.120, divisi tra i diecimila della città capoluogo e i 7.120 dell'hinterland. Per coloro che sono rimasti senza dimora, l'amministrazione ha già messo a disposizione tendopoli e posti negli alberghi sulla costa adriatica, garantendo inoltre che per la giornata di oggi verranno aggiunti ai posti già disponibili altre 3.000 tende. Disponibili, naturalmente, anche gli alberghi per un totale di 5.000 posti letto.

Il numero dei volontari della Protezione Civile mobilitati è di 5.100 unità, ai quali si affiancano 1.300 militari, di cui 300 sono impegnati in attività secondarie non direttamente riconducibili all'assistenza dei terremotati.

Fonti[modifica]