Alitalia: accordo con la CGIL, ora dipende dagli autonomi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 25 settembre 2008

Crisi dell'Alitalia


«Si è raggiunta un'intesa complessiva assolutamente positiva, anche tenendo conto di alcuni chiarimenti e aggiunte». Queste le frasi conclusive del segretario della CGIL Guglielmo Epifani al termine della conferenza a Palazzo Chigi, dove alle 12:58 di oggi si è raggiunto l'accordo tra la CAI di Colaninno e le principali sigle sindacali, CGIL, CISL, UIL e UGL. L'accordo non c'è invece ancora con i sindacati autonomi che, secondo le dichiarazioni di Claudio Scajola sullo stato delle trattative in conferenza stampa, firmeranno entro le 20 di oggi, ora nella quale si chiuderà la trattativa .

Un Airbus A321-100 Alitalia.

Alla base della firma della CGIL ci sarebbe la garanzia data del mantenimento degli attuali salari e nei confronti dei precari Alitalia, che dovrebbero essere inferiori solo del 6%, rispetto agli attuali, reintegrabili con un aumento di produttività. Per Bonanni, invece, «Tutti [avrebbero] aderito all'accordo di giorni fa». Decisiva per l'approvazione da parte dei sindacati appare l'interesse espresso ieri, secondo quanto affermato da France Press, da Air France di acquisire una quota della nuova società tra il 10 ed il 25%.

Dopo la firma dell'accordo con la CAI il segretario della CGIL Epifani, che nei giorni scorsi si era detto scettico sul piano CAI ha dichiarato «Si è raggiunta un'intesa complessiva assolutamente positiva, anche tenendo conto di alcuni chiarimenti e aggiunte», concludendo dichiarandosi fiducioso sul fatto che «con questi avanzamenti sia possibile da parte di coloro che fino ad ora non hanno sottoscritto nulla». Secondo Angeletti per la UIL «Abbiamo evitato una tragedia sociale ed economica» e prosegue «La soluzione è quella più soddisfacente, il massimo che si poteva ottenere in una situazione come quella in cui versava Alitalia». Sulla firma da parte dei sindacati autonomi si dichiara ottimista e aggiunge «Mi auguro che da parte delle associazioni di piloti e assistenti di volo ci sia un'assunzione di responsabilità». Renata Polverini commenta la firma da parte della CGIL dicendo che è stato firmato l'accordo già proposto da CAI alcuni giorni fà senza ulteriori modifiche.

A rassicurare sul fronte della situazione attuale dell'Alitalia, dopo le dichiarazioni del Ministro Scajola sugli avvertimenti di ieri dell'ENAC sul possibile ritiro della licenza, già temporanea, della società è lo stesso ente, che dichiara con il suo Presidente Vito Riggio che «La riproposizione di un'offerta da parte di un soggetto che punta una ricapitalizzazione a breve fornisce le stesse condizioni per le quali avevamo rilasciato la licenza provvisoria il 2 settembre. Quindi, salvo verifica, non c'e' al momento il paventato rischio di interruzione della licenza provvisoria», ma ricorda che verranno comunque mantenuti alti i livelli di attenzione da parte dell'ente.

Reazioni da parte di maggioranza ed opposizione, con Veltroni che parla di «fatto positivo per i lavoratori e la compagnia di bandiera». Da parte del governo, invece, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta esprime soddisfazione per aver «riannodato i fili di un discorso che si era interrotto, ma non compromesso».

Dalle 15.50 si è svolta presso l'aeroporto di Fiumicino l'assemblea generale convocata dai sindacati autonomi Anpac, Avia, Sdl e Up sull'approvazione del piano già firmato oggi dai sindacati confederali. Il segretario del Sdl Andrea Cavola ha detto in proposito alla sua posizione nei confronti del piano che «Qualsiasi decisione per quanto riguarda l'Sdl, sarà comunque sottoposta alla consultazione dei lavoratori. Questa è la proposta che faremo in assemblea ai lavoratori». L'atmosfera non lascia comunque spazio ad indiscrezioni. Comunque, decorso il termine delle 20 per la trattativa gli autonomi non sono riusciti ad assumere una posizione comune e condivisa sul piano, quindi il tavolo delle trattative verrà riaperto da domani mattina con un termine della trattativa alle ore 13, ora in cui i sindacati avranno presumibilmente trovato un accordo

Fonti[modifica]