L'enorme "Black Lives Matter" a Washington

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 5 giugno 2020

Morte di George Floyd
L'inizio della scritta, sulla sedicesima strada

A Washington c'è un'enorme scritta "Black Lives Matter" dipinta in giallo per strada. È la conseguenza della settimana di proteste per la morte di George Floyd, l'afroamericano soffocato da Derek Chauvin.

Dove si trova la scritta?[modifica]

I cittadini sono stati supportati dalla città, che ha chiuso le strade per permettere agli affrescatori di completare la scritta. Il "Black Lives Matter" si trova sulla sedicesima strada, ed è lungo due quartieri. La via porta direttamente alla Casa Bianca, ed è stata rinominata ufficialmente "Black Lives Matter Plaza" dal sindaco Muriel Bowser. Il sindaco ha lasciato una dichiarazione ai giornalisti di St John's Church, vicino a Lafayette Park:

[EN]
« as Washingtonians -- we simply all want to be here together in peace to demonstrate that in America -- you can peacefully assemble, you can bring grievances to your government, and you can demand change »
[IT]
« come washingtoniani -- vogliamo semplicemente essere qui insieme in pace per dimostrare che in America -- puoi radunarti pacificamente, puoi presentare rimostranze al tuo governo e puoi chiedere un cambiamento »
(Muriel Bowser)

Washington è stata luogo di proteste per più di una settimana, a seguito della morte di George Floyd. La St. John's Church, dove Trump fece il discorso con la Bibbia in mano, si trova nella via della nuova scritta.

Fonti[modifica]