Nucleare: anche Mosca attacca l'Iran

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

12 aprile 2006


La Federazione russa, che ha sinora difeso l'avventura nucleare iraniana, fa un passo indietro e si schiera con l'AIEA di Mohamed El Baradei, bollando come "passo falso" l'annuncio di ieri riguardo l'arricchimento dell'uranio. Attraverso il ministero degli Esteri, il Cremlino ha chiesto a Teheran di fermare tutte le attività nucleari, non solo quelle riguardanti l'arricchimento dell'uranio, ma anche quelle legate alla ricerca.

Il ministero degli esteri ha aggiunto che il governo russo appoggia senza riserve la missione di El Baradei che domani volerà a Teheran per portare al governo iraniano un nuovo appello della comunità internazionale per fermare il suo programma nucleare e di adottare le misure indicate dall'AIEA in proposito.

Una speranza che però si rivelerà probabilmente disattesa: il governo di Teheran, attraverso un funzionario rimasto anonimo, ha annunciato che "l'attività nucleare dell'Iran è come una cascata che, una volta attivata, non può essere fermata".

Fonti