Italia, scandalo calcio: attesa per stasera la sentenza della CAF

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

14 luglio 2006


È attesa per questa sera la sentenza della Corte di appello federale, al termine del primo grado di giudizio del processo Calciopoli. Secondo indiscrezioni raccolte dal quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport, il collegio presieduto dall'ex presidente della Corte costituzionale Cesare Ruperto ha maturato la decisione di sanzionare la Juventus con la retrocessione in serie B ed una fortissima penalizzazione; retrocessione al campionato cadetto anche per Lazio e Fiorentina ma con una penalizzazione inferiore; da ultimo, il Milan resta in serie A, ma è privato della possibilità di partecipare ai campionati europei

La decisione sarà comunque comunicata alla stampa dall'hotel Parco dei Principi, nei pressi di Villa Borghese, a Roma. Il "trasloco" dallo Stadio Olimpico (dove si sono svolte le udienze) si è reso necessario poiché proprio presso lo stadio si svolgerà il Golden Gala di atletica. All'hotel Parco dei Principi, peraltro, si svolgerà il procedimento di secondo grado, davanti alla Corte Federale.

La questione degli scudetti e dei singoli tesserati

Il problema dell'assegnazione degli ultimi due scudetti non è di competenza della Caf ma del Commissario straordinario della Figc, Guido Rossi.

Ancora confuse le indiscrezioni sulle pene comminate ai singoli tesserati. Secondo alcuni, l'inibizione inflitta all'ex presidente Carraro durerà due o tre anni (e non cinque come chiesto nella requisitoria dal Procuratore federale) e saranno anche assolti alcuni direttori di gara.

Fonti