Rugby Coppa del Mondo 2007: la finale è Inghilterra - Sud Africa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 14 ottobre 2007


Finisce il sogno argentino, che si scontra contro la solidità dei sudafricani nella seconda semifinale della VI Coppa del Mondo di rugby: troppo forti gli Springboks per i Pumas sudamericani, che comunque avranno la possibilità di giocarsi il terzo posto nella finale di venerdì prossimo. Onore delle armi, quindi, al XV di Marcelo Loffreda, che termineranno la loro - comunque vada, più che positiva - Coppa del Mondo nello stesso modo in cui l’hanno iniziata: affrontando la Francia. Stesso discorso per i sudafricani: all’esordio hanno incontrato - e battuto 36-0 - gli inglesi, e a Saint-Denis sabato prossimo li reincontreranno, questa volta per disputarsi il titolo mondiale, anche se è lecito supporre che i campioni uscenti affronteranno l’impegno con più combattività della partita malamente persa un mese fa.

Partita mai in discussione allo Stade de France: subito in avanti 10-0 grazie a una meta di Du Preez (6’) e a un calcio di Montgomery (autore di tutte le trasformazioni sudafricane), gli Springboks hanno subìto un ritorno argentino che sono riusciti tutto sommato a controllare, concedendo solo due calci e poi andando a marcare un’altra meta (Rossouw) e chiudendo la prima frazione 24-6. Una meta dei Pumas a inizio ripresa ha portato entrambe le squadre in doppia cifra e ha alimentato le speranze argentine di riuscire quantomeno a spaventare i sudafricani, che però con mestiere e cinismo hanno tenuto fede al copione e hanno prima incrementato il bottino con due piazzati del solito Montgomery (17 punti per lui questa sera) e marcato quasi allo scadere una meta di rapina a campo completamente aperto con Brian Habana (10 punti per lui). Nel finale solo nervosismo, con un giocatore per parte inviato nel box di punizione (Smith e Felipe Contepomi). Il punteggio finale (37-13) è forse impietoso, ma rispecchia bene i valori in campo.

La finale deciderà chi affiancherà l’Australia nella speciale classifica di Coppe del mondo vinte. Attualmente gli Wallabies vantano due successi (1991 e 1999), a fronte di uno ciascuno per Nuova Zelanda (1987) e le stesse Sud Africa (1995) e Inghilterra (2003). In particolare, dovessero vincere i Lions, sarebbe il primo caso di una squadra che si conferma campione nella storia della ancor giovane competizione (solo 20 anni).

Il tabellino[modifica]

Saint-Denis (Francia), Stade de France, 14 ottobre 2007, ore 21

RSA SUD AFRICA - ARG ARGENTINA 37-13 (24-6)

Marcatori: 6’ Du Preez meta (tr. Montgomery), 14’ e 28’ F. Contepomi, 16’, 70’ e 74’ Montgomery c.p., 31’ e 76’ Habana meta (tr. Montgomery), 39’ Rossouw meta (tr. Montgomery), 45’ M. Contepomi (tr. F. Contempomi).

SUD AFRICA: Montgomery, Pietersen, Fourie, Steyn, Habana, James, Du Preez, Roussouw, Smith, Burger, Matfield, Botha, v. d. Linde, Smit, du Randt.
A disposizione: Muller, Olivier, Pretorius, Pienaar, Skinstad, du Plessis.
Allenatore: Jake White.

ARGENTINA: Corleto, Borges, M. Contepomi, F. Contepomi, Agulla, Hernandez, Pichot, Longo Elia, J. Fernandez Lobbe, Ostiglia, Albacete, I. Fernandez Lobbe, Scelzo, Ledesma Arocena, Roncero.
A disposizione: Hasan Jalil, Alvarez-Kairelis, Tiesi, Todeschini, Fernandez Miranda, Leguizamon, Vernet Basualdo.
Allenatore: Marcelo Loffreda.

ARBITRO: NZL  Steve Walsh

SOSTITUZIONI: 22’ e 28’ Muller per Botha; 34’ Hasan Jalil per Scelzo; 53’ Alvarez-Kairelis per I. Fernandez Lobbe; 64’ Tiesi e Todeschini per M. Contepomi e Ostiglia, 75’ Skinstad per Rossouw; 76’ Pienaar, Olivier, Pretorius, Muller e du Plessis per Pietersen, Steyn, James, Botha e Smith.

AMMONIZIONI: 78’ Smith, 79’ F. Contepomi.


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.